giovedì 6 marzo 2014

dai dai dai

trasforma' l'ansia da produzione 'n fomento,
l'ansia da performazione 'n spontanità,
puro se sempre serve e sempre servirà
l'in bocca ar lupo ner cominciamento,

a patto che 'a fortuna sia accostata da'a coscienza
ché 'n certi lavori non conta vince, ma la dignità
e bisogna aricordasse de dove' trasforma'
'o spettro d'a morte in ombra d'a 'ntelligenza.

Noi che semo parte de'a Combriccola dei Cojoni
piuttosto cercamo de non finì male,
che a la fine ce rimettono sempre i bòni

e la cosa nu è scontata né banale...
ma se vòi porta' a casa quelle bòne 'ntenzioni
bisogna agitasse con carma... senza esagerare!








occorre trasformare l'ansia da produzione in euforia, l'ansia da prestazione pubblica in spontaneità, anche se sempre serve e sempre servirà l'in bocca al lupo quando cominci qualcosa; a patto però che la fortuna sia accompagnata dalla coscienza, perché in certi situazioni non è difficile tanto vincere, quanto mantenere alta la dignità; e occorre ricordarsi di dover trasformare lo Spettro della morte in Ombra dell'intelligenza (le due facce dell'ansia). Noi che facciamo parte del gruppo dei bonaccioni piuttosto cerchiamo di non finire male: perché alla fine purtroppo chi ci rimette sono sempre i più buoni e sensibili. E se invece vuoi riuscire ad ottenere il risultato, è necessario tenere alta l'attenzione e la guardia, ma senza che questo comporti problemi di gestione del panico.









CHIEDITI SEMPRE COSA E' BENESSERE