sabato 5 novembre 2011

Un paese strano

(pubblicata da Marco Lucci il giorno martedì 14 dicembre 2010 alle ore 16.12)

Oggi alla Camera hanno votato 627 Deputati di 630, di cui 314 fiduciosi, 311 sfiducianti e 2 astenuti.

Silvio ce l'ha fatta per un soffio. I numeri dovevano esserci: vediamo che è successo nel dettaglio. Prima un riepilogo.

Il pd nei due anni ha perso 11 deputati di 217. La maggior parte sono andati a finire nell'Api quando Bersani diventò segretario, ma tutti tranne due son comunque rimasti all'opposizione.

L'idv ne ha persi 7 di 29. Di cui solo cinque son rimasti all'opposizione.

L'udc è compatta: 35 deputati erano e 35 son rimasti. Ottima scelta, tutti fedeli al capo. Gendarmi!

Essendo le liste bloccate, i due segretari di Pd e Idv hanno oggettivamente e rispettivamente toppato per il 5 e il 25 per cento nella scelta dei propri deputati...cmq alla fin fine due ex-pd e due ex-idv oggi hanno addirittura votato la fiducia a silvio: ovvero, dopo un paio d'anni, meno dell'un per cento del Pd e il sette per cento dell'Idv hanno saltato la quaglia. Inutile strillare, no?

Per quanto riguarda Fli ci son state defezioni: sarebbero 36, ma mancano all'appello della sfiducia 4 voti, di cui un 'assente' e tre 'ravveduti' che sono tornati sui loro passi.

Dei 630 Deputati, erano presenti in 627 (Fini in quanto Presidente, non può votare e dunque risulta tra gli assenti, più altri due Deputati); due si sono astenuti dichiaratamente dall'inizio (l'Svp). Hanno votato la fiducia al governo, come dicevamo in 314: non è la maggioranza assoluta della Camera, ma è sufficiente per continuare a non andare in galera. Ovviamente tra i fuduciosi-fiduciari di B. ci sono i 235 del PdL e i 59 della Lega, più altri 20 del Gruppo Misto, di cui 13 che sono da cercarsi tra i 'dichiarati' (ovvero sono i 'Noi Sud Libertà e Autonomia', 'I Popolari di Italia Domani', un 'Lib-Dem', i 'Repubblicani') mentre 7 tra le 'sorprese': ci sono 3 Fli, 3 Misti e addirittura 1 Idv dell'ultim'ora...che avrebbero dovuto ma non se la son sentita di votare la sfiducia. I traditori dei traditori.

I 311 sfiducianti sono ovviamente i 206 del Pd, i 21 dell'Idv e i 35 dell'Udc. A cui si aggiungono i nuovi oppositori (collusi da sedic'anni, ma ripuliti) del regime: i 31 di Fli. Poi ci sono 18 del Gruppo Misto (di cui i 6 dell'Api e i 5 dell'Mpa).

ecco la lista che ho reperito sul sito AGnews:

A parte il voltagabbana dell'ultim'ora Rissi dell'IdV, ecco il curriculum delle casacche di quelli del Gruppo Misto che erano indecisi o che hanno cambiato idea all'ultimo minuto prima di votare:

ELETTI NEL PDL, CI RIPENSANO ULTIMAMENTE... MA ALLA FINE SOSTENGONO SILVIO

- Maria Grazia Siliquini (ex Fli)

- Catia Polidoro (ex Fli)

- Giampiero Catone (ex Fli)

ELETTI ALL'OPPOSIZIONE, VI RIMANGONO FINO AD OGGI... GIORNO IN CUI VOTANO LA FIDUCIA A SILVIO

- Antonio Razzi (ex Idv, oggi salta di là)

- Domenico Scilipoti (Gruppo Misto - eletto nell'Idv due anni fa, oggi salta di là)

- Massimo Calearo (Gruppo Misto: eletto nel Pd, emigra nel novembre del 2009 per fare l'Api con Rutelli, ora salta di là)

- Bruno Cesario (Gruppo Misto: eletto nel Pd, emigra nel novembre del 2009 per fare l'Api con Rutelli, ora salta di là)

GENTE CHE RIFLETTE... E CHE SI DA ASSENTE

- Silvano Moffa (ex Fli)

- Antonio Gaglione (Noi Sud) [eletto nel pd nel 2008, ne esce nell'ottobre 2009 ai tempi dello scudo fiscale]

- Poi c'è Gianfranco Fini (non vota in quanto Presidente della Camera).

ASTENUTI

E infine ci sono i 2 democristiani sudtirolesi di sinistra del SVP che restano coerenti sin dall'inizio, astenendosi sulla fiducia.

CHIEDITI SEMPRE COSA E' BENESSERE